domenica 7 ottobre 2012

FAVOLE CON LA MORALE: IL CONTADINO E IL MULO


C'era una volta un contadino che abitava in una fattoria insieme al suo figlioletto.
Il contadino era un' uomo con così poco carattere, che faceva sempre quello che dicevano gli altri senza usare il proprio cervello.
Un giorno decise di vendere il proprio mulo che, vecchio, non era più buono a nulla cercando così di raccimolare qualche quatrino.
Una mattina, legò una corda attorno al collo dell'animale e insieme al figlioletto si avvio verso il mercato. Ma poco dopo la partenza, incrociò una decina di giovani fanciulle pettegole che nel vederlo esclamarono: "Non si è mai vista una cosa così stupida, possedere un mulo e non cavalcarlo che uomo stolto." Cosi il contadino ordinò al figlioletto di salire in groppa al mulo e proseguirono finchè non incontrarono un gruppo di uomini che dissero " Ma cosa fai o contadino, non vedi che pancia ha il tuo figliolo, sali tu in sella alla bestia e fai camminare il ragazzino che dimagrisce" Così l'uomo fece smontare il figlio dalla sella e salì al suo posto continuando nel  cammino finchè non incontrarono un gruppo di donne che vedendo la scena incominciarono a sparlare fra di loro dicendo "Ma guarda te che padre snaturato, perchè non fa  salire suo figlio e lo fa stancare, povero piccolo" L' uomo prese le parole alla lettera e rifece salire il figliolo in sella  insieme a lui ma non riuscirono a camminare neppure per un chilometro che  incontrarono alcune persone che vedendoli malignarono subito "Che gente senza cuore, straziare così una povera bestia vecchia" Sentendo queste parole il contadino prese una pertica e con una corda vi legò le gambe dell'animale, poi mise se stesso da un capo e il figlioletto dall'altro e proseguì con l'asino appeso.
Tutte le persone che incontrava ridevano a crepapelle e dicevano "Guarda quei matti" 
Cammina cammina arrivarono sul cilio di un ponte di legno ma quando fecero per attraversarlo il mulo si dimenò dalla paura e fini nel fiume morto annegato.


MORALE DELLA FAVOLA!!!!

I cervelli si moltiplicano non si sommano e a voler dar retta a tutti si finisce per non accontentare nessuno e danneggiare se stessi.
Nella vita bisogna, si chiedere consiglio, ma poi decidere con il proprio cervello!





Nessun commento:

Posta un commento