martedì 23 ottobre 2012

LA NATURA E' IMPAZZITA


 

Uccellin dal becco storto, 
mangi i fichi del mio orto,
se ti becco io ti spiumo,
non lo saprà mai nessuno.

Volpe astuta volpe astuta
tu mi sembri un pò panciuta,
mi hai mangiato le galline,
anche quelle più piccine.




Gazza ladra gazza ladra,
te ne voli via leggiadra,
mi hai rubato il braccialetto,
se ti prendo io ti affetto.



Tasso tasso birichino,
non mi bere il bicchierino,
proprio ora lo versato,
c'era dentro un buon Moscato.




Oh topino coda lunga,
lascia stare quella prugna,
lascia star non la mangiare,
te la devi meritare.


La natura è impazzita,
si si è proprio ribellata,
mi è venuta una gran voglia,
di mangiar la cioccolata,
son caduto in cucina,
e l'ho tutta rovesciata,
mamma mia la formichina,
se l'è bella che mangiata.            

4 commenti:

  1. che graziosi animaletti dispettosi :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un pò troppo dispettosi ehehehehe!

      Elimina
  2. Grazie Silvia non è tutta farina del mio sacco, questa per esempio l'ho scritta io come le favole con la morale ( a parte IL CONTADINO E IL MULO) e quella su imparando con le favole il resto sono filastrocche vecchie!

    RispondiElimina